home  |   i maestri  |   i mestieri  |   atelier di...  |   dove andiamo...  |   servizi  |   e-mail  |   registrati  |  
 CASTEL RONCOLO (BZ)
Un’antica leggenda racconta che sotto Castel Roncolo era celato un immenso tesoro che si poteva raggiungere solo nel buio della notte. Ma, ogni volta che qualcuno aveva tentato di raggiungerlo, un fantasma, uscendo dalla roccia, lo aveva terrorizzato e fatto allontanare precipitosamente.
menu
 > carnet
 > fiere
 > mercatini
 > mercatini di Natale
 > links
 
 







 Affreschi


 

















 
Se l’antica leggenda rispondesse a verità,il tesoro sarebbe tuttora lì, nel cuore della roccia di porfido, all’interno di una buia e inaccessibile caverna...

Nella Bolzano dei castelli risalta come una pietra preziosa Castel Roncolo. Dopo anni di restauro, il maniero ha riaperto le sue porte il 19 aprile 2000. Costruito nel 1237 su uno spuntone di roccia all'imbocco della romantica Val Sarentino, il maniero testimonia, attraverso il prestigioso ciclo di affreschi profani voluto dall'antica famiglia di commercianti Vintler, le autentiche saghe cavalleresche medievali; grazie all'ottimo stato di conservazione ed alla cura del restauro si possono ammirare scene di caccia, giochi di corte e corteggiamento, le delizie della vita cortese ed alcune importanti vicende tratte dalla letteratura dell'epoca.
Molto interessanti anche le manifestazioni culturali e le mostre che animano periodicamente la corte e le sale del castello.
Assieme al castello ha riaperto l'antica trattoria che offre l'opportunità di vivere
un momento quasi magico nelle mura medievali del maniero e di gustare con l'adeguata tranquillità un importante spaccato della storia di Bolzano.

Le parti affrescate sono due: il palazzo d’estate e il palazzo occidentale.
Salendo per una scala esterna, si raggiunge il 1° piano del palazzo d’estate, dove si incontra un'anti-sala adorna di stemmi.
La ”stanza da bagno” è una delle stanze più interessanti da visitare. Lungo le ampie pareti è dipinta una galleria a colonne, con drappi pendenti, dalla quale si affacciano visi di uomini e donne, lupi, scimmie e cervi; mentre il soffitto è pieno di stelle.

Nella ”stanza del Torneo” è affrescata una grande giostra cavalleresca, alla quale assistono, dalle finestre e dai balconi di un vicino castello, giovani dame. Sotto il torneo altri due quadri di costume cavalleresco: un corteo di danza e il gioco della palla. Sulla parete occidentale e su quella di fronte scene di caccia e di pesca.


Passando al palazzo d’estate si incontra, sulla parete della veranda, una decorazione fatta con figure che superano le dimensioni naturali. La celebre serie delle Triadi: i cavalieri: Parsifal, Gavino, Ivino; i condottieri: Artù, Carlo Magno, Goffredo di Buglione; gli eroi: Ettore, Alessandro, Cesare; gli innamorati: Tristano e Isotta, Guglielmo e Aquilea, Guglielmo d’Orleans e Amelia; le spade: di Sigfrido, di Teodorico e di Amedeo di Stiria.
Dal ballatoio si accede alle due sale del palazzo decorate ad affresco, la prima a monocromo (terra verde) con scene della saga di Tristano e Isotta, la seconda con scene policrome illustranti la saga di Garello.


La “Società degli Elefanti” ha fedelmente riprodotto una corazza da cavaliere da un affresco. Tale ricostruzione consente ai visitatori di testare il peso delle parti dell’armatura (elmo con visiera dal peso di 4,2 chili).
I visitatori possono anche provare una lancia da cavaliere lunga 4 metri, fedelmente ricostruita.

 
 
  Collegamenti:

Il castello è comodamente raggiungibile da Bolzano a piedi, percorrendo la verde passeggiata Lungotalvera, oppure in bicicletta attraverso la pista ciclabile.
Collegamenti anche con il bus di linea n. 12 e con lo shuttle gratuito da Piazza Walther (informazioni presso l'Azienda di Turismo).


 
  Manifestazioni:

Da aprile 2000 il maniero è nuovamente aperto al pubblico e
periodicamente vi sono allestite esposizioni storiche e divulgative, frutto di un imponente lavoro di ricerca storica, artistica, iconografica e filologica. Le mostre costituiscono un viaggio nel passato, con la possibilità di toccare con mano ricostruzioni fedeli e vedere resti dell’epoca.
 

  Numeri utili:  

Castello, prenotazioni:
Tel : 800210003 (solo dall'Italia)
Tel : 0039-0471-329808

Ufficio:

Tel : 0039-0471-329844
Fax : 0039-0471-324026

ARTIGIANANDO declina ogni responsabilità su eventi e notizie qui segnalati e consiglia di contattare gli organizzatori per verificare le notizie riportate e per ottenere maggiori informazioni.
 
| home | i maestri | i mestieri | atelier | dove andiamo... | servizi | email | registrati |
© 2000 - 2016 | Artigianando di Rosalia Alba Andò | All rights reserved